Il bomber la giacca che non atterra mai

Il Bomber è una giacca molto utilizzato da entrambi i generi ma non tutti sanno che questo indumento nasce per venire incontro alle esigenze dei piloti di aviazione che si trovavano a sostenere le fredde altitudini. In questo articolo andremo a ripercorrere la sua storia e come sempre a concludere con piccoli consigli di stile.

Storia del bomber

Il bomber nasce verso la prima guerra mondiale ideato per abbigliamento dei piloti, in quanto molti aerei prima avevano l’abitacolo aperto, e quindi era fondamentale mantenere i propri uomini al caldo.

bomber giacca e la sua storia

Inizialmente erano costituiti in pelle o cuoi con stringhe che chiudevano il collo, i polsi e la vita. In seguito per problemi di praticità furono prodotti in nylon che permetteva una migliore mobilità e impermeabilità, e le stringhe sostituite dagli elastici. La sua forma particolare, antivento, con il collo a lupetto, gli elastici in vita e sulle maniche spesso imbottito permetteva infatti di mantenere il calore.

Subculture e il bomber

Prerogativa del mondo militare, il bomber, negli anni 80 inizia ad essere adottato da diverse subculture, la prima è il punk. Portavano skinny jeans spesso logorati e strappati, con gli anfibi e ovviamente l’immancabile Bomber.

il bomber e la diffusione nelle subculture giovanili

Negli anni avvenire e 90 si diffonde anche tra gli skinhead, mentre negli anni 2000 viene assorbito anche dalla cultura hip hop anche sotto forma di felpa chiamate giacche varsity. Curiosamente fu anche diffuso anche tra le subculture dei ragazzi benestanti dei rinomati college americani “Ivy League” per mostrarlo nei party esclusivi in ville.

Consigli di stile

Il bomber si adatta bene a diversi stili dal fitness, al glamour e anche al casual. Importante è come sempre considerare la propria altezza, se non si è alti meglio optare per pantaloni skinny o dei jeans aderenti, ed evitare l’oversize con scarpe basse per non schiacciare la figura. Può essere anche portato con una felpa per i più underground. Per i più stravaganti si può optare per il così detto bomber ricamato “sukajan di derivazione giapponese, con molti decori spesso orientali.

bomber giacca e consigli di stile su come indossarlo

Ovviamente più è decorato e meglio è mantenere uno stile minimale monocromatico, per evitare effetto Arlecchino, al contrario se il bomber è scuro si può ravvivarlo con una tshirt stampata o che faccia contrasto con una colorazione chiara. Per le donne si abbina bene anche con una gonna plissé o dei leggings. Ultimo consiglio fondamentale, proprio per la sua forma, il bomber non deve lasciar passare aria all’interno, altrimenti si rischierà di avere una silhouette sproporzionata.