Jeans e il suo stile intramontabile

L’intramontabile stile dello Jeans rimanda spesso al taglio del pantalone a 5 tasche e al tessuto denim, non molti sanno però che dietro la sua storia si celano scambi commerciali
tute da lavoro e cercatori di oro verso la west cost americana. Sembra infatti che la sua nascita sia da attribuire alla città di Genova chiamato per l’appunto Blue de Genes
da qui il famoso nome blue jeans per poi espandersi negli USA per soddisfare la sua grande richiesta perché molto resistente e a buon prezzo.

Jeans e la sua storia

Per conoscere la storia del Jeans e del suo intramontabile stile dobbiamo ritornare al XV secolo a Genova quando una stoffa simile al fustagno di colore blu, veniva utilizzata nel porto per coprire le merci e per produrre i sacchi delle vele. Il famoso blue jeans pari derivi dal francese “blue de Genes”, per l’appunto blu di Genova. In seguito la sua stoffa venne esportata negli USA per soddisfare i lavoratori e i minatori in cerca di fortuna nel nuovo continente.

Jeans Levis

Ma fu con Levi Strauss, emigrato tedesco, che il Jens iniziò la sua commercializzazione. Levi ebbe la brillante idea di collaborare con Jacob W. Davis nel 1873, un sarto noto per lavorare stoffe resistenti, per la realizzazione di un nuovo tipo di Jeans che unisse resistenza e praticità per i lavoratori e gli avventurieri nel nuovo continente. Così insieme realizzarono il famoso 5 tasche con i rinforzi (revers) in rame sulle tasche. Nel 1886 decise di creare il su famoso logo con i due cavalli che tirano la tela jeans per comunicare la resistenza
del jeans e successivamente la sua famosa etichetta color rosso per distinguersi dalla concorrenza.

Jeans per tutte le generazioni

Il jeans presto passò da abito dei lavoratori ad abito indossato da dive/i di Hollywood degli anni 50 con la famosa via alta, per poi passare negli anni 60 ad una forma più affusolata in modo da avvolgere le forme del corpo.

jeans hippie storia

Negli anni 70 il Jeans divenne il pantalone degli operai e degli hippie con la famosa forma a zampa di elefante, per poi passare negli anni 80 ad un elasten molto skinny o nel prêt-à-porter con forme più eleganti e da abbinare con abiti anche formali. Ma l’apice delle trasfromazioni nel Jeans si raggiunse negli anni 90 in cui si decise di stropicciarli, strapparli, inverniciarli ecc.
Ed infine riproposti in diverse varianti fino ai giorni nostri.

Jeans pillole di stile

Per quanto riguarda il jeans è arduo dare dei consigli in quanto è un pantalone che si presta a tutti gli stili e occasioni. Per prima cosa è bene ricordarsi sempre che non è solo una tela resistente ma anche adattabile alle forme ed è quindi consigliabile optare per un jeans più aderente perché tende a cedere con il tempo e prendere la forma del corpo.

jeans consigli di stile

Il jeans secondo la sua silhouette si adatta sia con uno stile elegante ad esempio un blazer e una camicia, con uno stile casual con una maglietta sotto o anche con una bella giacca di pelle altrimenti per i più underground la classica giacca militare o di jeans strappati. Come sempre per una figura più slanciata puntare su un jeans affusolato, mentre lo stile palazzo o dalle forme larghe è consigliabile per chi ha forme slanciate o una statura alta. Come potete notare gli abbinamenti sono infiniti con il Jeans l’indumento più versatile da oltre 100 anni.