La felpa e la nascita della moda fitness

La felpa è uno dei capi più utilizzati soprattutto per chi pratica attività. Anni addietro però era un capo esclusivo del mondo lavorativo e del al mondo giovanile
legato alla cultura underground e street style, oggi invece dopo una serie di modifiche e tessuti più pregiati la felpa è divenuta un capo alla moda; ed indossato
da diverse celebrità.

La storia della Felpa

L’invenzione della felpa si ebbe nel 1925 quando il marchio Russell Europe su richiesta del figlio del fondatore, Benjamin Russell Jr, chiese una alternativa
ai fastidiosi maglioni sui campi da football, e così il padre creò una maglia in cotone rasato girocollo con il famoso triangolo frontale che serviva per raccogliere
il sudore sul collo (da qui il nome inglese sweatshirt).

Felpa la sua storia

Per vedere applicato il famoso cappuccio sulla felpa dobbiamo aspettare invece gli anni 30 quando il famoso marchio Champion lo aggiunse per venire
incontro alle esigenze di chi lavorava in climi freddi. Infatti in origine era il capo degli sportivi dei college, spesso con la scritta del nome del college, e dei lavoratori.
Inoltre sempre al marchio Champion si deve l’invenzione del tascone frontale, che per l’appunto, prende il nome di Kangaroo Pocket.

Simbolo della protesta

Come abbiamo visto in altri articoli anche la felpa divenne un capo utilizzato negli anni 60 e 70 come simbolo di ribellione.

Felpa simbolo di protesta

Ragazzi legati alla cultura underground e spesso a periferie dimenticate la indossavano nelle manifestazioni per coprire il proprio volto o utilizzata dai writer,
i quali abbellivano quartieri e denunciavano attraverso le scritte, per lo stesso principio.
La felpa era utilizzata anche dai ballerini di hip hop e breakdance per proteggersi dal freddo pavimento stradale che utilizzavano come pista da ballo 
e anche da chi praticava skateboard.

Felpa glamour

La felpa dopo aver attraversato il suo periodo da ribelle iniziò a farsi strada anche nella moda, tra le prime sul finire negli anni 70 ci fu Vivienne Westwood e
Norma Kamali, negli anni 80 molti altri marchi iniziarono a inserirla tra le sfilate e proporla in diverse varianti e tessuti; creando una moda sportiva più chic con tessuti
elevati e colori glamour adatti anche per uscire fuori dai contesti sportivi come un aperitivo.

Consigli di stile

Ovviamente è un capo che non può essere indossato in occasioni formali e per eventi importanti, per tutti gli altri si presta bene.
Per quanto riguarda la felpa bisogna sempre considerare la propria statura e le proprie forme, una oversize lunga su chi ha una statura ridotta rende goffi e
non ben proporzionati. La felpa corta invece da uno slancio alla figura e crea un allungamento al corpo.

Felpa cosnigli di stile

Per chi vuole stare comodo può optare per un over che diventa una sorta di mini abito da indossare con una ballerina o uno stivaletto.
Per un tocco più sensuale si può mettere una felpa lunga con dei leggings e una scarpa con tacco o stivali. Oppure se volete optare per uno stile anni ’90 mettete
la felpa dentro i jeans o una salopette con delle sneakers.

Per chi non può rinunciare al tocco glamour può indossare una felpa aderente con cappuccio ed un blazer, attenzione però all’abbinamento dei colori anche
a seconda dell’occasione.