Lo stile surf: gli spensierati delle onde

Lo stile surf prende appunto il nome dallo strumento che più di tutti lo caratterizza, il surf, una semplice tavola per dominare le onde che ha conquistato il mondo. Non è solo una moda e uno sport ma è anche uno stile di vita e un modo per tenere in vita una cultura repressa nell’epoca del colonialismo.

Surf e le origini

La storia del surf ha origini da gruppi etnici polinesiani che con rozze canoe cavalcavano i mari, in seguito  queste popolazioni decisero di trasferirsi più a nord verso le attuali isole che conosciamo come Hawaii. La loro cultura era incentrata sul mare e le onde, con vere competizioni in mare a bordo di rudimentali tavole di Koa, secondo il rango di provenienza, e feste molto lunghe. Nel 1770  il capitan Cook fu il primo ad annotare lo stupore nel vedere le popolazioni locali surfare con grande destrezza le onde, e fu alche il periodo che segnò lo sbarco dei colonizzatori e con essi la fine del surf; ritenendola una distrazione nociva.

Alle fine dell’ottocento inizio del novecento ci fu una grande crescita del surf con il termine dei famosi Beach Boys, introducendo lo stile surf, un vero e proprio stile di vita alla ricerca di nuove spiagge dove surfare. Ma la vera diffusione dello stile surf come fenomeno di massa avvenne negli anni 60, con nuovi surfisti e gare a livello mondiale che portarono ad una costante perfezione delle tavole.

La moda dello stile surf

Lo stile surf riprendende il mare e la cultura hawaiana è uno stile prettamente estivo e semplice, costituito per lo più da colorazioni vivaci, floreali e una versatilità comoda. Lo stile surf prevede t-shit colorate o camicie floreali, con pantaloni leggeri anche con un taglio chino, pantaloncini e felpe vivaci. Le tinte sono molto giocose si rifanno molto alla natura e il mare, quindi è uno stile utile per quando si vuole spezzare la seriosità quotidiana o delle occasioni formali.

Consigli di stile

Come detto precedentemente lo stile surf è composto da colorazioni vivaci e floreali quindi può essere utilizzato soprattutto in situazioni informali per dare un tocco di colorazioni e allegria, soprattutto negli uomini, in alternativa al solito stile casual dalle colorazioni grigio scure.

Ma può essere utilizzato anche per uno stile formale nei particolari dell’uomo, ad esempio nella pochette, nei calzini o nella cravatta. Mentre nella donna su un foulard, una blouse, un pantalone palazzo e una cintura. Inoltre può  adattarsi bene con molti capi, come ad esempio uno shorts e una giacca a jeans,  anche con una salopette, una camicia con un trench per chi non vuole perdere il suo chic. Comunque abbiniate lo stile surf la parola d’ordine è giocare, proprio come si fa con le onde e con una tavola .